Corso di qualifica per Operatore Socio Sanitario.
Codice corso CR808.01 – 02

La diffusione delle patologie cronico-degenerative che necessitano di forme assistenziali complesse e di lungo periodo a domicilio e la diffusione di approcci multidimensionali nell’affrontare alcune problematiche come tossicodipendenze, disagio minorile e malattia mentale coinvolgono professionalità diverse sviluppando fortemente le opportunità di inserimento lavorativo per l’Operatore Socio Sanitario. Il Corso di formazione ha lo scopo di formare personale idoneo all’assistenza alla persona, tenendo conto di quella programmazione integrata di interventi, tra sociale e sanitario, inserito nell’ambito di un’opera di qualificazione e riqualificazione generale voluta dal Piano sanitario e dalle nuove politiche di programmazione regionale.

Il corso promuove lo sviluppo di competenze sia tecniche che relazionali proprie del ruolo in relazione alle attività di cura e assistenza alla persona in condizione di disagio e non autosufficienza (fisica e mentale), finalizzata a soddisfare i bisogni primari e favorire il benessere e l’autonomia.. La qualifica di operatore socio-sanitario può essere considerata sia come qualifica di accesso all’area professionale, sia come qualifica di approfondimento tecnico e di specializzazione. Gli standard professionali possono essere raggiunti, sia da persone (giovani e adulte) non in possesso di conoscenze-capacità pregresse che, attraverso il corso, acquisiscono conoscenze e competenze relative a questa area professionale, sia da persone in possesso di conoscenze e capacità di base rispetto all’area, le quali, attraverso il corso, vengono sviluppate/approfondite. Tali conoscenze e capacità possono essere state acquisite anche attraverso un percorso di formazione professionale, di istruzione, oppure attraverso l’esperienza professionale in imprese del settore.

Profilo

È la figura professionale istituita dalla Conferenza Stato-Regioni con l’accordo tra il Ministero della sanità, il Ministero per la solidarietà sociale e le regioni e province autonome di Trento e Bolzano del 22 febbraio 2001 che ha sostanzialmente sostituito, le vecchie figure del personale sanitario ausiliario prevista dal D.P.R. 27 marzo 1969 n. 128 (“Ordinamento interno dei servizi ospedalieri“).
L’operatore socio-sanitario svolge attività di cura e di assistenza alle persone in condizione di disagio o di non autosufficienza sul piano fisico e/o psichico, al fine di soddisfarne i bisogni primari e favorirne il benessere e l’autonomia, nonché l’integrazione sociale. L’Operatore Socio-Sanitario opera e collabora con altre figure ausiliarie e sanitarie, avendo caratteristiche specifiche di ausiliarietà all’ambito assistenziale e infermieristico. Tale operatore sostituisce progressivamente le precedenti figure che si occupavano di assistenza, sia nell’area sanitaria (OTA), che nell’area sociale (Ausiliario socio-assistenziale ASA e ADEST), integrando funzioni, compiti e competenze delle due aree, in un unico contesto è pure chiamato a dotarsi di competenze tecniche: d’animazione, di conduzione di gruppi e di tipo organizzativo.

Normativa di riferimento

Area Professionale Assistenza sociale, sanitaria, socio-sanitaria
Sistema classificatorio ISCO 5133 Assistenti socio sanitari a domicilio
Sistema classificatorio ISTAT 5.4.1.0 Professioni qualificate nei servizi sanitari
5.-5.3.4 Addetti all’assistenza personale in istituzioni
5.5.3.5 Addetti all’assistenza personale a domicilio
Sistema di codifica professioni
Ministero del Lavoro
553004 Ausiliario di assistenza per anziani
553005 Ausiliario sociosanitario
553017 Assistente domiciliare e dei servizi tutelari
553407 Assistente sociosanitario con funzioni di sostegno in istituzioni
553410 Assistente sociosanitario
553502 Assistente domiciliare
553504 Operatore sociale per assistenza (di vario genere) a domicilio
Indagine nazionale sui fabbisogni formativi nell’artigianato EBNA Servizi sociosanitari
Assistente domiciliare e dei servizi tutelari

Contesti operativi

La figura di Operatore Socio-sanitario individua l’operatore che, a seguito dell’attestato di qualifica conseguito al termine di specifica formazione professionale svolge attività indirizzata a:

  • soddisfare i bisogni primari della persona, nell’ambito delle proprie aree di competenza, in un contesto sia sociale, sia sanitario;
  • favorire il benessere e l’autonomia dell’utente dei servizi sociali e sanitari.

L’Operatore socio-sanitario svolge la sua attività sia nel settore sociale che in quello sanitario, in servizi di tipo socio-assistenziale e socio-sanitario, residenziali o semiresidenziali, in ambiente ospedaliero e al domicilio dell’utente, collaborando con gli altri operatori professionali preposti all’assistenza sanitaria e/o quella sociale, secondo il criterio del lavoro multiprofessionale.Le attività dell’operatore sono rivolte alla persona e al suo ambiente di vita, con particolare riguardo ai compiti di:

  • assistenza diretta ed aiuto domestico alberghiero;
  • intervento igienico-sanitario e di carattere sociale;
  • supporto gestionale, organizzativo e formativo.

Tali attività sono definite nel dettaglio nell’allegato “A” di cui all’Accordo tra il Ministro della Sanità, il Ministro per la Solidarietà Sociale e le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano del 22/02/2001.

Durata

Corsi di nr. 1000 ore, finalizzati alla professionalizzazione di soggetti che hanno assolto il diritto dovere all’istruzione e alla formazione, ma non in possesso di conoscenze e capacità pregresse rispetto all’Area Professionale sociosanitaria. Il corso si articola in due moduli didattici: un modulo di base, destinato a fornire un tipo di formazione teorica basilare per un numero di 200 ore; un modulo professionalizzante che prevede formazione teorica per un numero di 250 ore. Sono, inoltre, previsti esercitazioni/stage, per un numero di 100 ore, e tirocini per un numero di 450 ore.

Corsi di nr. 300 ore, finalizzati alla professionalizzazione di soggetti già in possesso di competenze (conoscenze e capacità pregresse), almeno annuale, acquisite attraverso esperienze lavorative e/o di volontariato riconosciuto, certificabile, rispetto all’Area Professionale socio-sanitario. Il corso si articola in due moduli didattici: un modulo di base destinato a fornire un tipo di formazione teorica basilare per un numero di 60 ore; un modulo professionalizzante che prevede formazione teorica per un numero di 75 ore. I corsi prevedono, inoltre una quota di 30 ore di esercitazioni/stage ed una quota di 135 ore di tirocinio.

Requisiti di accesso al corso

Corso di formazione da 1000 ore
Il corso è finalizzato alla professionalizzazione di persone non occupate che hanno assolto il diritto/dovere all’istruzione e alla formazione, ma non in possesso di conoscenze e capacità pregresse rispetto all’Area Professionale.
Età minima 18 anni; -Diploma di scuola dell’obbligo; -Assolvimento dell’obbligo scolastico; -Assolvimento dell’obbligo di istruzione e formazione; -Per i cittadini stranieri: possesso del permesso di soggiorno o carta di soggiorno e residenza in Abruzzo
Corso di formazione da 300 ore
Età minima 18 anni;
-Diploma di scuola dell’obbligo;
-Assolvimento dell’obbligo scolastico;
-Assolvimento dell’obbligo di istruzione e formazione;
-Per i cittadini stranieri:
possesso del permesso di soggiorno o carta di soggiorno e residenza in Abruzzo possesso di competenze ( conoscenze e capacità pregresse), almeno annuale,
Certificazione attestante esperienza almeno annuale di esperienze lavorative o di volontariato riconosciute, rispetto all’Area Professionale socio sanitaria.
Certificazione attestante le
acquisite attraverso esperienze lavorative e/o di volontariato riconosciuto, certificabile, rispetto all’Area Professionale socio-sanitaria.

Modalità didattiche

La didattica è strutturata per moduli e per aree disciplinari. Ogni corso comprende i seguenti moduli didattici:
a) un modulo di base;
b) un modulo professionalizzante.
Il modulo di base fornisce una formazione teorica, volta ad imprimere motivazione orientamento e conoscenze di base.
Il modulo professionalizzante, oltre alla di formazione teorica, comprende attività di esercitazioni, stages e tirocinio. Pertanto oltre alle lezioni frontali in aula verranno realizzate prove pratiche ed attività di gruppo in simulazione di attività lavorative. Inoltre sono previste fasi di autovalutazione mediante test di project work individuale o a piccoli gruppi in collegamento con i servizi socio sanitari del territorio. Una parte del percorso formativo viene effettuata attraverso esperienze in collegamento con i servizi socio sanitari del territorio; in tali situazioni gli studenti verranno affiancati da un tutor di riferimento per garantire l’integrazione e la continuità tra l’esperienza formativa teorica e quella pratica.

Le materie sono articolate secondo le seguenti aree disciplinari

Area socio culturale istituzionale legislativa 27 ore

Area psicologica e sociale 30 ore

Area igienico sanitaria 39 ore

Area tecnico operativa 39 ore

Tali materie sono indicate e specificate nel dettaglio dell’allegato C di cui dall’accordo tra il Ministero della Sanità, il Ministero per la Solidarietà Sociale e le Regioni e Province Autonome di Trento e Bolzano del 22 febbraio 2001.

Obiettivi formativi finali

L’Operatore socio sanitario deve saper

  • collaborare alla elaborazione di un piano personalizzato di intervento;
  • registrare e trasmettere i dati dell’utente;
  • collaborare con le figure sanitarie all’interno di strutture ospedaliere;
  • conoscere i principi e le procedure per fornire servizi gestire l’accoglienza dell’utente nella struttura/servizio di riferimento;
  • presentare all’utente gli ambienti e i servizi offerti dalla struttura;
  • gestire le attività necessarie all’inserimento dell’utente nel gruppo;
  • sviluppare le capacità comunicazionali dell’utente;
  • favorire incontri con amici e parenti dell’utente;
  • instaurare situazioni di ascolto (psicologico, emotivo, ecc.) dell’utente;
  • curare l’igiene e la sicurezza dell’ambiente di vita quotidiano;
  • provvedere al disbrigo di commissioni esterne (bollette, ricette mediche, spesa, acquisto farmaci, ecc.);
  • assistere l’utente nell’igiene quotidiana;
  • assistere l’utente nell’assunzione dei pasti;
  • vigilare sulla corretta assunzione dei farmaci prescritti dal medico;
  • aiutare al corretto utilizzo di ausili (carrozzella, tutore, sollevatore, ecc.);
  • collaborare al trasporto e allo spostamento di utenti (anche allettati);
  • curare la mobilizzazione dell’utente;
  • contribuire alla costruzione della rete relazionale (formale ed informale) intorno all’utente;
  • partecipare a incontri periodici dell’equipe che segue gli utenti;
  • redigere schede riepilogative degli interventi realizzati;
  • aggiornarsi sulle nuove conoscenze in materia assistenziale;
  • fornire intervento di pronto soccorso.

Programma

Struttura del programma formativo
Aree disciplinari (teoriche e pratiche) Scaletta sintetica dei contenuti Durata ore
Area socio-culturale, istituzionale e legislativa – Orientamento al ruolo: competenze e funzioni dell’operatore socio-sanitario;- Legislazione socio-sanitaria e organizzazione dei servizi sociali e sanitari;- Principali normative nazionali e regionali in materia di assistenza socio-sanitaria;

– Sistema dei servizi sociali, sanitari, educativi, culturali e ricreativi del territorio, in particolare per anziani e diversamente abili;

– Aspetti etici connessi all’attività di assistenza;

– Contratto di lavoro e principali normative regolanti il rapporto di lavoro;

– Diritto del lavoro nelle professioni sociali e sanitarie e diritti del malato;

– Sicurezza sul Lavoro e gestione dei rifiuti;

– Elementi di informatica applicata al settore sanitario

90
Area psicologica e sociale – Elementi di psicologia generale e sociologia;- Elementi e tecniche di assistenza psico-socio-educativa alla persona non autosufficiente e ai familiari;- Aspetti psicologici specifici dell’assistenza ai bambini, alle persone anziane, con disabilità e disturbi mentali;

– Tecniche di comunicazione in ambito sanitario;

– Tecniche di osservazione dell’utente: aspetti emozionali e di relazione positiva.

100
Area igienico-sanitaria -Tecniche e procedure di assistenza igienico-sanitaria della persona e igiene e sanificazione degli ambienti e degli strumenti;- Tecniche di igiene degli alimenti e procedure di alimentazione assistita;- Dietetica, igiene e profilassi;

– Gestione dell’igiene e dei rifiuti in contesti sanitari;

– Principali patologie e valutazione dei bisogni delle persone non autosufficienti;

-Assistenza ai malati nel fine di vita.

130
Area tecnico-operativa – Protesi e ausili per la gestione della persona non autosufficiente;- Tecniche di animazione nei contesti sanitari;- Tecniche e procedure di mobilizzazione del paziente;

– Tecniche di primo soccorso;

– Procedure diagnostiche e terapeutiche;

– Metodologia del lavoro sociale e sanitario e progettazione individualizzata;

– Tecniche di raccolta dati e analisi sulla situazione dell’utente e sull’evoluzione dell’intervento professionale;

– Predisposizione degli strumenti e valutazione dei risultati;

– Strumenti e tecniche per l’alzata e il trasferimento su barelle e carrozzelle;

-Tecniche per supportare movimenti e spostamenti: movimenti sul letto, sedere sul letto, alzarsi dal letto o in bagno, in struttura o a domicilio;

– Tecniche per la pulizia parziale o totale dell’utente a letto o in bagno, in struttura o a domicilio;

– Tecniche per la vestizione;

– Elementi di igiene degli alimenti, della cucina, delle stoviglie;

– Tecniche di supporto e strumenti per l’assunzione dei cibi per le diverse tipologie di utenti: alletti, confusi, emiplegici, dementi.

– Igiene degli ambienti;

– Tecniche di disinfezione, sterilizzazione e decontaminazione degli strumentari e dei presidi sanitari;

– Tecniche e strumenti per favorire l’autonomia della persona;

– Nozioni di pronto intervento.

130
Crediti formativi
Il credito formativo è il valore attribuibile in ore a competenze comunque acquisite dall’individuo determinandone la personalizzazione e la riduzione della durata del corso: Le competenze e i titoli acquisiti che si intendono far valere come credito formativo debbono essere debitamente certificati.
Al riconoscimento del credito formativo ed alla relativa attribuzione di valore provvede il Direttore del Corso. Un credito formativo corrisponde a 10 ore, spendibili – a seconda dei casi specificatamente individuati di seguito – con riferimento alla parte teorica e/o a quella di tirocinio. I titoli per i quali si procede al riconoscimento del relativo credito formativo, in relazione a quanto previsto dall’articolo 13 dell’Accordo del 22/02/2001, sono i seguenti:
· qualifica di Operatore Tecnico addetto all’assistenza, conseguito ai sensi del D.M. n. 295/91, per coloro che non prestano servizio con rapporto di lavoro a tempo indeterminato presso le USL, le strutture sanitarie private accreditate ovvero provvisoriamente accreditate, le strutture socio-sanitarie appositamente autorizzate, le strutture socio-assistenziali appositamente autorizzate;
· qualifica di Operatore Tecnico Assistenziale;
· qualifica di Operatore socioassistenziale;
· qualifica di Operatore di base per RSA;
· qualifica di Assistente domiciliare dei servizi tutelari;
· qualifica di Operatore socioassistenziale per RSA;
· qualifica di Assistente domiciliare dei servizi tutelri
· qualifica di Operatore socioassistenziale per RSA;
· qualifica di Assistente domiciliare integrato.

Costi

I costi del corso sono personalizzabili, per informazioni contattare il n. 3428550925
Il corso verrà attivato, quando si raggiungerà la quota di 15 iscritti; La invitiamo, se il corso è di suo interesse, a compilare e inoltrarci il modulo di pre-iscrizione/interesse scaricabile qui così La terremo aggiornata in merito all’attivazione del corso.

Qualifica

Il Corso è inserito nel catalogo dei corsi riconosciuti dalla Regione Abruzzo con Determinazione Dirigenziale DL31/436 del 18/7/2014
Al termine del percorso formativo e successivamente al superamento dell’esame finale verrà rilasciato l’attestato di qualifica di Operatore Socio Sanitario (D.G.R. n. 636 del 19/09/2011 ) valido a tutti gli effetti e in tutti i paesi dell’Unione Europea a norma della Legge 845/1978 e della L.R. n. 111/1995.

Lascia un commento

IL MIGLIOR MODO PER PREDIRE IL FUTURO E' COSTRUIRLO

CONTATTACI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi